Tubi rinforzati

La passione è d'acciaio

Sabato 14 Giugno 2014 sarà Velo Love!

leave a comment »

Il programma di VeloLove (info anche su http://www.velolove.it)

Venerdì 13 giugno – Festambiente 30 e lode
Ore 17.00. 5° Municipio, via Oberdan Petrini. 

Festambiente Sport lancia VeloLove partendo dal 5° Municipio. Cittadini ciclisti e non ciclisti, insieme al circolo Città Futura di Legambiente chiederanno il rispetto e il rafforzamento delle Zone 30 esistenti e l’individuazione di nuove area da mettere in sicurezza in particolare nei pressi delle scuole e dei parchi. Una città più sicura e vivibile, infatti, si inizia a costruire anche dalla mobilità dei suoi abitanti.
Il 13 Giugno quindi appuntamento alle ore 17,00 con Festambiente Sport e VeloLove. Partenza dal campo polivalente di via Oberdan Petrini (angolo vi della Primavera). Sarà l’occasione per raccogliere le proposte e le osservazione dei cittadini sul tema della mobilità e per arricchire il percorso del Forum sulla Mobilità del nostro Municipio.

Venerdì 13 giugno – Pedalata di Luna Piena
Ore 20.00. Piazza del Popolo, Roma 

Avete mai guardato la Luna da sotto al Colosseo? Vi siete mai immaginati di poterla intravvedere tra gli alberi del lungotevere o fra un palazzo e l’altro della capitale? Adesso c’è l’occasione giusta: la Pedalata di Luna Piena, edizione speciale #VeloLove, è una passeggiata in bicicletta tra amici per godere della Capitale approfittando delle piacevoli nottate che solo Roma sa offrire. È un evento popolare, “importato” dall’Argentina, dove è nato spontaneamente qualche anno fa. Non c’è bisogno di iscrizioni, pagamenti, o sottoscrizioni di alcun genere: noi pedaliamo, chi vuole si aggrega. Si chiede ai partecipanti di avere solamente una bici dotata di luci per farsi vedere, un po’ di tranquillità e tanti sorrisi da regalare agli altri.

Sabato 14 giugno – Pedalata 30 e lode
Ore 15. Piazza del Popolo, Roma

L’appuntamento clou di #VeloLove è la manifestazione nazionale 30 e lode. Dopo il successo degli appuntamenti del 2012 ai Fori Imperiali e del 2013 a Milano, #Salvaiciclisti e Rete Mobilità Nuova tornano a promuovere un corteo in bici per sollecitare un nuovo limite di velocità all’interno dei centri abitati del nostro Paese, così come richiesto dalla proposta di legge sulla mobilità nuova attualmente in discussione alla Camera.
Il corteo partirà nel primo pomeriggio da piazza del Popolo e attraverserà la città per poi confluire a Villa Borghese, chiamando a raccolta tutti quelli che pedalano o si spostano con le proprie gambe per sottolineare la necessità non solo dell’introduzione dei 30 orari sulle strade urbane (eccezion fatta per le principali arterie di scorrimento), ma anche per rimarcare la forte domanda popolare di azioni che favoriscano un nuovo stile di mobilità.
Il corteo nazionale 30 e lode sarà preceduto la mattina da 30 piazze per 30 all’ora. Un gruppo di 30 ciclisti partirà da Piazza San Silvestro (bike square) e percorrerà 30 piazze del centro storico indossando maglie col simbolo del limite di velocità a 30kmh.

Tweed Ride Picnic
Ore 11.30. Villa Borghese, Roma

Una pedalata urbana con un tocco di stile che ha contagiato tante città di tutto il mondo. La Tweed Ride® è una passeggiata ispirata alle suggestioni della belle époque per appassionati di bici vintage, un ironico salto all’indietro nel tempo che al suo passaggio – grazie alla cura dei particolari, dai baffi a manubrio veri o posticci agli abiti d’antan – spennella le strade della città con un elegante e divertente tocco retrò.
La Tweed Ride® Picnic – edizione speciale organizzata appositamente per VeloLove – al termine di un tour nel centro storico arriverà a Villa Borghese per una colazione sull’erba, immergendosi nelle atmosfere en plen air tipiche dell’impressionismo. Per partecipare basta rovistare in soffitta, in cantina e negli armadi e, con un po’ di fantasia e creatività, sarà possibile ridare vita a qualche vecchio abito dei nonni e rimettere in sesto una bici dimenticata. Un geniale tutorial sul sito della Tweed Ride® spiega come trasformarsi, con quello che si ha a disposizione in casa, in straordinari protagonisti della belle époque.

Magnalonga by Nigt
Ore 19.00. Villa Borghese, Roma 

Quando nel 2009, tornando da una passeggiata lombarda, un piccolo gruppo di pedalatori si mise a sedere nella cucina di casa nel popolare quartiere romano del Tufello, fu automatico per loro pensare di legare alla bicicletta quella voglia di stare insieme. E così, seduti a tavola, cominciarono a progettare un’iniziativa per Roma che riuscisse ad unire differenti aspetti e potesse essere strumento diverso per un nuovo mondo possibile.
In questa sesta edizione di Magnalonga, dedicata ai molteplici utilizzi delle due ruote in città con un particolare attenzione alle periferie, traspare tutta l’energia e la forza che solamente la passione per la Bellezza può dare. Una Magnalonga che ha visto crescere una comunità di persone unite dalla voglia di sperimentare, creare, inventare e immaginare per studiare una città diversa. A loro è dedicata questa “Magnalonga by Night” una festa mangereccia e pedalatoria insieme ai volontari che in questi anni hanno consentito di sperimentare un pezzo di futuro. Un giro culinario, fatto degustando tipicità alimentari e ballando con la discoteca silenziosa, un sistema che consente di vivere gli spazi pubblici diminuendo l’impatto acustico ed energetico.

Bike Polo Tournament
Ore 10.00-16.00. Villa Borghese, Roma 

A pochi metri di distanza c’è Piazza di Siena, dove si svolge il più famoso concorso ippico italiano. Loro invece non hanno quadrupedi, ma animali meccanici, eppure si ispirano a uno sport nato proprio in sella ai cavalli. Il Bike Polo (biciclette, mazze e una pallina di gomma) s’è imposto tra i giovani come street sport e, in occasione di #VeloLove, ci sarà l’opportunità di conoscere da vicino questa disciplina grazie a un’insolita esibizione di cycle polo in mountain bike sull’erba (solitamente si gioca sull’asfalto). Non si può toccare con il piede per terra e si può segnare (in porte da hockey) soltanto colpendo la palla con la testa della mazza.
Nel Bike Polo non c’è arbitro e tutto si basa sul fair play delle squadre che devono evitare giocate troppo aggressive. Ma se le regole sono facili, per giocare bisogna essere abili ciclisti: per essere competitivi serve equilibrio, una discreta forza nelle gambe e tanta precisione. Quella del Bike Polo è una comunità che si riconosce e si moltiplica anche grazie alla rete, dove decine di siti, forum e blog diffondono la nuova filosofia degli “street biker” cittadini: conquistare spazi, agire in libertà.

Brompton Italian Championship
Ore 19.00. Villa Borghese, Roma

Giacca, camicia e cravatta per la tenuta da corsa, bici pieghevole come bolide da gara. Il Brompton Italian Championship – campionato riservato ai pedalatori di folding bike made in Britain – vuole soprattutto divertire e stupire. L’aplomb che traspare dall’abbigliamento che il regolamento impone al corridore è immediatamente demolito dalla baraonda che si scatena dopo il via per conquistare la testa del gruppo: si spinge con una foga agonistica che solitamente non appartiene al pendolare di lungo corso, attento più all’efficienza che alla velocità dello spostamento urbano.
I bromptoniani appartengono a una tribù eccentrica, sono i meticci della mobilità, mezzi ciclisti e mezzi utenti del trasporto pubblico, i nuovi commuter della mobilità nuova. La gara dovrebbe simulare un tranquillo percorso casa-lavoro, ma l’annuale Brompton Italian Championship fa emergere lo spirito competitivo e battagliero. Anche per far vedere che chi le ha piccole, le ruote, non ha meno sprint dei corsaioli. Per iscriversi alla gara non è necessario possedere una Brompton: se ne può recuperare una in prestito o c’è la possibilità di affittarle da Zio Bici (andrea@ziobici.it).

Urbe Criterium Race
Ore 22.00. Villa Borghese, Roma

Otto curve, una sola marcia, zero freni. La Urbe Criterium Race è una combinazione di velocità, adrenalina, totale padronanza della bici a scatto fisso. Moderni cavalieri, ciclisti urbani, patiti delle fixed, bike messenger e atleti d’élite di tutto il mondo, si sfidano in notturna all’interno di Villa Borghese su un tracciato di 1300 metri da ripetere 15 volte. Non ci sono distinzioni di sesso, di categoria, d’età. Chi supera le severe prove di selezione potrà tentare di puntare dritto all’obiettivo finale: correre più veloce degli altri e, soprattutto, farlo evitando accuratamente di conoscere da vicino l’asfalto nelle curve a uncino da affrontare senza freni.
Questa gara estrema si corre per la prima volta a Roma e diventerà, a partire da quest’anno, un appuntamento fisso della capitale entrando a far parte del circuito internazionale delle Criterium, competizioni underground che si disputano nelle principali metropoli di tutto il mondo e che offrono emozioni inedite ai protagonisti e al pubblico.

Lo spazio B&B di VeloLove
Villa Borghese, Roma

Lo spazio B&B, Bike&Book, di VeloLove rappresenta un momento e identifica uno spazio brioso e ludico di approfondimento sul rapporto tra cinema, letteratura, media e poesia con ” l’oggetto del desiderio” rappresentato dalla bicicletta. Steve Della Casa, Fabio Rosati,Valentina Tramontana le prime persone coinvolte. E poi tanti ospiti a sorpresa. Dal primo pomeriggio, lo spazio B&B accoglierà proposte, suggestioni, interventi. Si parlerà di libri dedicati alla bici, di film importanti che l’hanno avuta protagonista, delle letture fondamentali che ogni cicloattivista o semplicemente ciclista dovrebbe aver fatto o ancora in procinto di fare. Indicheremo “I dieci libri sulla bici che non avete mai osato leggere”. E accoglieremo le vostre proposte. B&B ospiterà, tra l’altro, la presentazione di” Una bella bici che va ” una bella antologia di racconti curata da Isabella Borghese,per Giulio Perrone Editore. E poi …ma non vi sveleremo tutto adesso, naturalmente. Dal primo pomeriggio, quindi, all’insegna del brio e anche dell’improvvisazione. B&B uno spazio “aperto”, e “all’aperto”, all’interno di VeloLove. Dove arrivare con la propria bici e dibattere e incontrarsi. Dal primo pomeriggio di sabato 14 giugno 2014, a Villa Borghese. A VeloLove. Ad una settimana dal solstizio d’estate! Non è meraviglioso?

Rome Beer Bike e la sfida Inghilterra-Italia
Ore 20.00. Piazza del Popolo, Roma
Ore 22.00. Riciclofficina Villaggio Olimpico, Roma 

Birretta e bicicletta. Il Rome Beer Bike è questo: un percorso romano in notturna con tappe in varie zone del centro storico e in diverse birrerie, per invitare chi vuol bere la sera a mollare la macchina a casa e pedalare. Il tour del 14 giugno è organizzato da Rome Beer Bike insieme alla Riciclofficina Villaggio Olimpico dove, al termine del giro, si potrà mangiare e, a mezzanotte in punto, assistere su maxischermo a Italia-Inghilterra, prima partita degli azzurri al mondiale brasiliano. I biciclettari appassionati di calcio che dopo aver partecipato a #VeloLove vogliono guardare il mundial all’aria aperta possono puntare sulla Riciclofficina (ingresso a sottoscrizione) e magari partecipare al torneo di biliardino che durerà per tutti i mondiali e mette in palio due bici per la squadra prima classificata.

Domenica 15 giugno

L’archeotour in bicicletta
Ore 10. Centro storico, Roma

La bicicletta è un ottimo strumento per vedere la città, soprattutto quando un’archeoguida eccezionale è in grado di far immergere i visitatori in un’epoca diversa, riesce col suo racconto a far immaginare come potevano essere nella quotidianità i monumenti del passato che si stanno osservando. Forte di un’esperienza consolidata, è proprio quello che faranno gli accompagnatori di Zio Bici Tour nell’escursione gratuita in bicicletta sulle strade dell’Impero Romano, lungo itinerari unici che attraversano paesaggi e scorci indimenticabili della capitale.
#VeloLove, infatti, non è solo amore per la mobilità ciclabile, è anche attenzione alla propria città, alla bellezza, alla cultura, allo stare insieme. Ed è dunque giusto che dopo un sabato di orgoglio ciclistico, la bici torni a essere solo un accessorio che consente spostamenti più comodi e rapidi tra mausolei, siti archeologici e tesori che solitamente sfuggono agli occhi del turista frettoloso e di quello che s’accontenta della foto ricordo con lo sfondo del Colosseo.
Il tour è riservato ai non romani e per poter partecipare bisogna prenotarsi. Il luogo dell’incontro sarà comunicato al momento della prenotazione. Prenotazioni andrea@ziobici.it (06.93574093)

Sabato 21 giugno

Palco a pedali Tetes de Bois
Ore 19.00. Parco dell’Appia Antica, Roma.

Il 22 giugno ci sono i Rolling Stones, e si sa. Ma l’appuntamento veramente da non perdere è quello del giorno prima. Il Palco a Pedali dei Tetes de Bois, ultimo degli appuntamenti VeloLove di giugno, sbarca infatti al Parco Regionale dell’Appia Antica per festeggiare insieme anche quest’anno tra musica e racconti il solstizio d’estate in bicicletta.
Il concerto è fissato alle 19.00 e terminerà intorno alle 21.00 per consentire al pubblico di tornare a casa con le ultime luci del giorno. La location è all’entrata di Largo Pietro Tacchi Venturi, a due passi da Via Latina e dalla fermata metro di Colli Albani. Saranno sul Palco a Pedali i Tetes de Bois, Mario Tozzi, Marco Pastonesi, Marco Conidi, Adriano Bono, Alberto Fiorillo, Romano Puglisi e altri.
Per iscriversi per pedalare bisogna mandare una email a info@tetesdebois.it con oggetto “IO PEDALO”, e arrivare con la propria bici (ruota 26″ o 28″, la 29 non va bene) intorno alle 18.00 per agganciarsi ai cavalletti. Per dettagli e aggiornamentiwww.tetesdebois.it

I santini dei ciclisti urbani
Finalmente i ciclisti che si muovono in città sanno a che santo votarsi. Anzi di santini adesso ne hanno addirittura una serie a cui rivolgere un’accorata lode mattutina che li aiuti a superare indenni i piccoli imprevisti che possono ostacolare o interrompere il pedalare, dalla classica foratura a una salita che si dimostra più ostinata e impervia del previsto.
La serie di immaginette votive per biciclettari fa parte della campagna pubblicitaria di #VeloLove: tanti soggetti – come San Pietrino, che protegge da pavé e pavimentazioni sconnesse, o San Semaforo Sempreverde, che salvaguarda la scorrevolezza dell’itinerario – che suggeriscono in maniera ironica e mai irriverente quanto sia miracoloso veder quotidianamente aumentare il numero di persone che usano la bici come mezzo di trasporto in città che sono spesso inospitali, e talvolta addirittura ostili, nei confronti del traffico non motorizzato.
L’idea di realizzare una campagna pro bono a favore di VeloLove è di Alberta Schiatti, associate creative director di una delle più importanti agenzie di pubblicità internazionali, frequent biker urbana e pedalatrice di lungo corso. E’ lei che ha messo insieme un team di giovani professionisti, smanettoni ed esperti sia di mezzi a due ruote che di mezzi di comunicazione: la regista Veronica Mengoli, l’editor Marco Ferrara, Orazio Marino e Davide Pagliardini, creativi della campagna e curatori della parte visual. Mentre pedalavano tutti insieme per le strade di Milano è arrivata l’illuminazione celestiale dei santini del ciclista, sicuramente efficace sia come pubblicità virale sui social, sia per il più classico dei volantinaggi.
“Per anni s’è detto che era bello andare in bici – dice Alberta Schiatti – forse potremmo mettere da parte quel vecchio slogan e sostituirlo con un nuovo adagio: si è belli andando in bici. E’ una bellezza che non riguarda la singola persona, è l’estetica di una mobilità smart, di un diverso uso dello spazio urbano, di un ritorno alle piazze come punto d’incontro e non di parcheggio o di traffico. Ecco, come spiegano i nostri santini, la bici in città può fare miracoli, non solo nel campo della mobilità, ma rigenerando completamente il tessuto urbano”.
Del principale intoppo allo sviluppo della ciclabilità nei centri urbani, la congestione da traffico, non c’è nemmeno un accenno nei santini del ciclista. D’altronde per eliminare l’ingorgo quotidiano forse non basterebbe un calendario di beati, bisognerebbe far scendere in campo i big dei miracoli. “E’ una scelta precisa, è una campagna che punta alla leggerezza, vuole far sorridere, trasmettere l’idea di uno stile di mobilità divertente, non aggressivo e non litigioso – spiega ancora Schiatti – Lanciando un messaggio positivo e non antagonista – come peraltro cerca di fare VeloLove con le sue iniziative on the road – si possono convincere quei benedetti automobilisti a provarci, a rendersi conto di persona che tanti spostamenti è meglio, per se stessi e per gli altri, farli con le proprie gambe anziché in automobile”.

Annunci

Written by oltre360

9 giugno 2014 a 08:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ciclabili Tiburtina

progetti e azioni per una Tiburtina ciclabile

Kuro Task Force

Interficiens cancer de interrete

Revanche bicycles

Beautiful Italian, Simple English.

Riccardo Corbucci

Assessore alla scuola, al bilancio, alla trasparenza e alla partecipazione del III municipio di Roma

ilgrassosullemani

oggi c'è il sole, non cercare scuse

La vita oltre l'auto

Vivere felici e più ricchi senza possedere un'automobile

Prima o poi la smetto

Pedalando capisco cose e imparo a pedalare di più!

colnagobike

Colnago Unofficial Fan Blog

Urban Bike Messengers - il blog

Corrieri in bicicletta a Milano

Ciclisti Urbani

Il modo giusto di utilizzare la bicicletta in città

Ciclabile Nomentana

Un progetto di mobilità sostenibile che vogliamo veder realizzato

storie in bicicletta

autonomiapedali

bicicletteintitanio

Il titanio è per sempre

pony0emissioni.wordpress.com/

Consegne a zero emissioni

Vada in bici, cazzo!

Automobilisti indisciplinati diverranno ciclisti indisciplinati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: